I miei progetti per il Mercato Ortofrutticolo

Viabilità del sabato

La viabilità attuale è un disastro: il sabato, giorno del mercato, le strade limitrofe si bloccano a causa delle lunghe code per entrare. La carenza di posti auto, inoltre, complica ulteriormente il problema.
La mia soluzione è semplice ma efficace: spostare l'entrata del mercato per le auto al cancello di Viale Fornaci (attualmente inutilizzato), rendendo esclusivamente per i pedoni i cancelli principali.
Voglio, inoltre, riaprire park Farini, collegandolo alla struttura, per darle i parcheggi di cui ha assolutamente bisogno.


Vivere Il Mercato per combattere il degrado

Il mercato subisce ogni giorno furti ed atti vandalici.
La soluzione, però, non sono telecamere (che nessuno guarda), come propone il centrosinistra.
Il degrado nasce dall'abbandono, e per combatterlo bisogna tornare a vivere il mercato.
Voglio quindi organizzare concerti, fiere di settore e spettacoli all'interno della struttura il pomeriggio e la sera, quando gli operatori non lavorano.
Tali eventi possono diventare anche lo strumento attraverso cui finanziare i lavori di riqualificazione dell'area.
 


Un futuro prospero e sostenibile

Ogni anno gli operatori spendono più di 100.000 euro in elettricità.
Assieme a grossisti e contadini, presso il mercato, risiede Ve.Lo.Ce., l'azienda che si occupa della logistica nella ZTL di Vicenza.
Un'azienda all'avanguardia, competitiva e snella, che utilizza esclusivamente mezzi elettrici per spostare le merci.
Voglio unire queste due realtà in un unico progetto che preveda l'installazione di pannelli solari sopra i tetti della struttura, per diventare più competitivi e per un futuro più sostenibile.